Sandro Pertini nelle carte della Questura di Savona

Sandro Pertini
Questa mostra virtuale ripropone l'esposizione documentaria inaugurata presso il nostro Archivio il 17 febbraio 2020 nell'ambito delle manifestazioni organizzate dall’ISREC “Umberto Scardaoni” di Savona e dall’ILSREC “Raimondo Ricci” di Genova per ricordare la figura di Sandro Pertini, Presidente della Repubblica dal 1978 al 1985, a trent’anni dalla sua scomparsa.
I documenti esposti sono tratti dal fascicolo relativo a Alessandro Pertini, conservato nel fondo Questura di Savona, categoria A8, "Schedario politico", dove erano raccolte le informazioni sui soggetti ritenuti pericolosi per lo Stato a causa della loro condotta politica, i cosiddetti "sovversivi". L'Archivio di Stato di Savona conserva circa 2000 fascicoli appartenenti a questa categoria; questi sono liberamente consultabili presso la sala di studio, previa verifica della presenza di dati sensibili, nel rispetto della normativa vigente.
Il fascicolo costituisce una fonte fondamentale per ricostruire le vicende legate alla lotta politica di Pertini contro il regime fascista e agli anni della prigionia e del confino. Documenta inoltre le azioni messe in atto dalle Autorità di pubblica sicurezza per la sorveglianza sulle sue azioni e sulla sua rete di conoscenze, anche attraverso il controllo della sua corrispondenza.
I documenti sono presentati in ordine cronologico e corredati da una didascalia esplicativa. La mostra copre il periodo che va dall'arresto di Pertini nel 1925 alla sua liberazione nel 1943, ed è articolata nelle seguenti sezioni:
1. L'arresto e la fuga in Francia
2. Il rientro in Italia e la prigionia
3. Il confino e la liberazione
Ringraziamo il prof. Giuseppe Milazzo per le informazioni e il supporto forniti durante l'allestimento della mostra presso l'Istituto, che qui è riproposta in una versione adattata per la fruizione online.