Emergenza COVID-19. Protocollo per l'apertura parziale della Sala di Studio

L'Archivio di Stato di Savona è aperto al pubblico con modalità tali da consentire la tutela e la sicurezza del personale interno e degli utenti, nel rispetto delle azioni di contenimento del contagio da COVID-19 stabilite dal Governo, dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e dal competente Comitato tecnico scientifico.

Orario di apertura al pubblico:
Lunedì - mercoledì - venerdì  ore 8.00 - 13.00

Accesso su prenotazione degli utenti


Gli utenti potranno accedere all’Archivio di Stato esclusivamente previa prenotazione da effettuarsi per e-mail all'indirizzo as-sv@beniculturali.it con due giorni lavorativi di anticipo (ad esempio scrivere il lunedì per prenotare mercoledì; il giovedì per il lunedì successivo - in questo caso le richieste vanno inviate entro le ore 14.00 di giovedì) rispetto alla prevista intenzione di venire in Sala di studio, indicando nell'oggetto "prenotazione accesso sala di studio per il giorno X".
Viste le limitazioni al numero di pezzi disponibili, si richiede di individuare con la maggiore precisione possibile le unità da prenotare,  consultando gli inventari disponibili nella sezione Strumenti di ricerca on-line, oppure, ove non presenti, contattando la Sala di studio nei giorni di apertura dell'Istituto.


La richiesta di prenotazione deve comprendere i seguenti dati:
•nome e cognome del richiedente;
•oggetto della ricerca;
•archivio/fondo e unità da consultare;
•preferenze per eventuali giorni (non vincolanti per l’Istituto e da comunicare con almeno due giorni di anticipo);
•numero di telefono
 
Occorre attendere la risposta degli uffici con le indicazioni su data e orario dell'accesso.
Il personale che risponde al centralino informerà l’utenza di inviare l’istanza via e-mail.
Al fine di garantire la separazione fisica saranno accettati un numero massimo di cinque studiosi al giorno.
 


All'ingresso
 
    • Gli utenti esterni (visitatori/fornitori) devono attenersi alle indicazioni contenute nell'informativa predisposta dal Servizio di Prevenzione e Protezione dell'Istituto
    • Per accedere all'Archivio è obbligatorio essere autonomamente muniti di mascherina chirurgica monouso, che dovrà essere indossata per tutta la permanenza all'interno dell'Istituto. In caso l'utente si presenti privo di questo dispositivo, ne sarà impedito l'accesso agli spazi dell'Istituto.
    • Lo studioso dovrà fornire i propri dati inviati via mail al momento della prenotazione esibendo un documento di riconoscimento valido; il personale dell'Archivio verificherà la presenza del nominativo sulla lista giornaliera.
    • Verrà misurata la temperatura corporea tramite termoscanner. Sarà inibito l’accesso a chi supera i 37,5 gradi.
    • Dopo aver igienizzato le mani con il gel disinfettante presente all'ingresso della sala di studio, lo studioso potrà apporre la firma sul registro giornaliero delle presenze e accedere al servizio.
    • Il materiale di cancelleria strettamente necessario (fogli, matita, penna per firmare il registro) agli studiosi dovrà essere portato direttamente dagli utenti. Tale materiale non potrà essere chiesto in prestito agli addetti della Sala di studio, né ad altri studiosi.
    • In questa fase l'Istituto non mette a disposizione il servizio di guardaroba. Eventuali borse o cartelle dovranno essere poste in maniera tale da rendere possibile la vigilanza da parte del personale addetto.

 
In Sala di studio
 
    • Lo studioso occuperà il posto indicato dal personale della Sala di studio e dovrà mantenere la distanza di almeno 1.8 metri dagli altri studiosi e dal personale.
    • Le scrivanie saranno igienizzate quotidianamente e il locale sarà frequentemente arieggiato, ove reso possibile dalle condizioni climatiche.
    •  Gli inventari e le rubriche potranno essere maneggiati dagli utenti previa igienizzazione delle mani.  
    • Le richieste di materiale archivistico saranno compilate a cura del personale.
    • Gli utenti potranno richiedere fino a n. 5 unità di conservazione al giorno. È possibile consultare un solo pezzo per volta.
    • Ai sensi del DPCM 3 dicembre 2020, non è più necessario sottoporre a isolamento in quarantena i documenti archivistici e i volumi e periodici della biblioteca dopo la consultazione. Considerato che la consultazione avviene con modalità controllate, che prevedono l’uso della mascherina e l'igienizzazione delle mani, non è più richiesto l'isolamento dei pezzi, che dopo la riconsegna potranno essere richiesti da utenti diversi, oltre che mantenuti in deposito.
      
 
    • All'interno della Sala di studio e dell'Istituto gli spostamenti dovranno essere limitati al minimo indispensabile; è vietato accedere agli uffici e sostare nelle aree comuni.  Prima di ogni rientro nella Sala di studio è necessario procedere all'igienizzazione delle mani.
    • Utenti e fornitori potranno utilizzare solamente i servizi igienici dedicati ad uso esclusivo indicati dall’Istituto. Alla stessa maniera, il personale dell'Archivio dovrà servirsi dei bagni ad esso dedicati.

Aggiornato al 10 febbraio 2021.